Gardesana Occidentale



Download 75.5 Kb.
Sana22.06.2017
Hajmi75.5 Kb.

S.P. CR ex S.S. n. 45Bis “Gardesana Occidentale”

Allargamento dell'incrocio con la S.C. per Castelnuovo Gherardi al km 8+250 in Comune di Pozzaglio ed Uniti




Inquadramento territoriale ed opportunità dell’opera

Il presente progetto riguarda la messa in sicurezza dell’intersezione tra la S.P. CR ex S.S. n. 45Bis “Gardesana Occidentale” e la Strada Comunale (S.C.), che conduce alla località di Castelnuovo Gherardi in Comune di Pozzaglio ed Uniti, al km 8+250 della provinciale.

Attualmente, l’incrocio è caratterizzato da un’intersezione a “T”, con un’isola separatrice posta sulla S.C. .

L’intersezione rappresenta un punto critico per la viabilità provinciale a causa dei ridotti raggi di curvatura dell’incrocio, che rendono difficoltose le manovre di svolta da e per la S.C.; in particolare, i numerosi mezzi agricoli, che transitano quotidianamente lungo l'incrocio, durante le svolte occupano spesso le corsie opposte della ex S.S. n. 45Bis onde disporre di sufficienti raggi di svolta.

Inoltre, il tratto di ex S.S. n. 45Bis prossimo all'incrocio è ulteriormente penalizzato per la presenza di un restringimento di carreggiata in direzione Cremona e di alcune fasce alberate, che ne riducono la visibilità.

In corrispondenza dell’incrocio si registra, in aggiunta, la presenza dei seguenti elementi da considerare nella progettazione dell’intervento:



  • sul lato destro della ex S.S. n. 45Bis vi sono due rogge di discreta profondità;

  • sul lato sinistro della ex S.S. n. 45Bis, a diretto contatto con il rilevato stradale, scorre il Cavo Robecco, importante canale di colo contraddistinto dalle notevoli dimensioni;

  • sono installati due pali di illuminazione pubblica ed un palo telefonico;

  • a Nord dell’incrocio è presente una piazzola di fermata del trasporto pubblico locale.

La S.P. CR n. 45 bis “Gardesana Occidentale” è una strada che collega Cremona a Brescia con un considerevole volume di traffico e transitata a velocità elevate. L’intervento in progetto allargando il sedime stradale della Strada Comunale in entrata e in uscita dall’incrocio, migliora la circolazione dei mezzi in transito, velocizzando le manovre di svolta garantendo quindi una maggiore sicurezza stradale, evitando i rischi di tamponamento per frenate improvvise.
Caratteristiche tecniche del progetto

L’opera in argomento è stata progettata in conformità al D.M. 19.04.2006 “Norme funzionali e geometriche per la costruzione delle intersezioni stradali”, al Regolamento Regionale n. 7 del 24.04.2006 “Norme tecniche per la costruzione delle strade” ed all’Allegato n. 2 “Progettazione delle zone di intersezione” approvato con delibera di Giunta Regionale n. 8/3219 del 27.09.2006.

L’intervento consiste nell'allargamento del sedime dell'incrocio lungo la S.C. in modo da ricavare due corsie, che permettano l’agevole svolta anche dei mezzi pesanti.

Al termine dell’intervento, l'incrocio presenterà le seguenti caratteristiche geometriche:



  • una corsia di ingresso della larghezza di 5,00 m, con falda singola e pendenza trasversale pari al 2,00%;

  • una corsia di uscita della larghezza di 4,50 m, con falda singola e pendenza trasversale pari al 2,00%;

  • i raggi di svolta in asse delle corsie pari a 20,00 m;

  • le banchine laterali in terra vegetale tipo A6/A7 della larghezza di 0,50 m.


Sezione tipo

La sezione tipo ipotizzata presenta le seguenti caratteristiche:



  • rilevato stradale in terra tipo A1/A3 – spessore variabile;

strato di fondazione in misto cementato – spessore 30 cm (compressi);

  • strato di base in mista bitumata – spessore variabile dove è necessario ricaricare l'esistente ai fini della risagomatura della piattaforma stradale, spessore 7 cm (compressi) dove è realizzata la nuova sede stradale;

  • manto d’usura – spessore 3 cm (compressi).


Opere d’arte ed opere complementari

Le principali opere d’arte previste in progetto sono le seguenti:



  • il prolungamento di un manufatto idraulico per circa 2,50 m su due lati (monte e valle); tale manufatto delle dim. di m 2,50x1,50(h) sarà realizzato con elementi scatolari prefabbricati rivestiti con una cappa in c.a. gettata in opera;

  • il parziale tombinamento della roggia a lato della ex S.S. n. 45Bis con tubi autoportanti in c.a. Ø120 cm per una lunghezza di circa 5,00 m, raccordato all'esistente tramite una cameretta di ispezione ed un muro di testata ad “L” in c.a. gettati in opera.

  • L’intervento si completa con le seguenti opere complementari:

  • la posa di barriere stradali di sicurezza (guard–rail) ove prescritto in base alla normativa vigente;

  • la necessaria segnaletica stradale orizzontale e verticale;

  • il potenziamento dell'impianto di illuminazione pubblica.

Nelle successive fasi progettuali sarà verificata la risoluzione dell'interferenza con il palo telefonico presente e l’eventuale riposizionamento della piazzola del trasporto pubblico locale qualora interferita.
Compatibilità urbanistica

L’intervento in progetto è compatibile con il P.G.T. del Comune di Pozzaglio ed Uniti rientrando nella fascia di rispetto stradale della ex S.S. n. 45Bis.



Prima dell’esecuzione dei lavori dovranno essere richiesti e rilasciati i necessari provvedimenti abilitativi; in particolare, dovrà essere rilasciata l’autorizzazione paesaggistica comunale in quanto l’intervento ricade anche nella zona di tutela del Cavo Robecco, individuato ai sensi dell’art. 1, lettera c, della Legge 431/1985 e tutelato ai sensi D.Lgs. 42/2004.
Sintesi dei dati di incidentalità

 

FONTE DATI: WWW.SISEL.REGIONE.LOMBARDIA.IT

CALCOLO TASSO LESIVITA' E MORTALITA' SECONDO LA METODOLOGIA INDICATA DAL BANDO REGIONALE

Anno Incidente

2012

2011

2010

Media Aritmetica triennio

Triennio 2010-2012

 

 

 

 

Totale Feriti

Totale Incidenti

Totale Morti

Indice Lesività

Indice Mortalità

Totale Feriti

Totale Incidenti

Totale Morti

Indice Lesività

Indice Mortalità

Totale Feriti

Totale Incidenti

Totale Morti

Indice Lesività

Indice Mortalità

Indice Lesività

Indice Mortalità

Totale Feriti

Totale Incidenti

Totale Morti

Totale Popolazione 2012

Tasso di Lesività

Tasso di Mortalità

POZZAGLIO ED UNITI

2

2

0

100,00%

0,00%

8

2

0

400,00%

0,00%

 

 

 

-

-

166,67%

0,00%

10

4

0

1470

2,268

0,000

PROVINCIA DI CREMONA

1574

1133

39

138,92%

3,44%

1590

1161

39

136,95%

3,36%

1678

1226

43

136,87%

3,51%

137,58%

3,44%

4842

3520

121

357581

4,514

112,795




  • Tasso di lesività del Comune Pozzaglio ed Uniti < Tasso di lesività della Provincia di Cremona

  • Tasso di mortalità del Comune di Pozzaglio ed Uniti < Tasso di mortalità della Provincia di Cremona

  • N. incidenti con lesioni nel sito oggetto di intervento nel triennio 2010-2012: 0

  • N. di decessi nel sito oggetto di intervento nel triennio 2010-2012: 0

Rispondenza della proposta rispetto alla necessità di contrasto dei fattori di rischio individuati

Di seguito, si sintetizzano schematicamente le principali azioni che contrastano i fattori di rischio; per maggiori dettagli, si rimanda al progetto preliminare dell’intervento ed alla relazione di analisi dell’incidentalità.




N.

Fattori di rischio

Azione

1

Geometria della sede stradale non adeguata alla tipologia di traffico

Allargamento delle sede stradale

2

Interferenze tra correnti veicolari contrapposte

Verranno aumentati gli spazi delle corsie

3

Andamento planimetrico con raccordi modesti

Ridisegno degli assi stradali ed aumento dei raggi di curvatura

4

La vegetazione immediatamente adiacente alla sede stradale riduce la visibilità

Manutenzione delle vegetazione

5

Scarsa visibilità ostacoli fissi / isole

Impiego di materiali retroriflettenti

6

Visibilità di immissione dagli accessi laterali

Ridisegno degli spazi destinati agli accessi tramite il prolungamento dei manufatti esistenti ed aumento dei raggi di svolta

7

Fermate trasporto pubblico nelle vicinanze dell’intersezione

Verrà evidenziata la fermata del trasporto ed eventualmente riposizionata in posizione migliore

8

Segnaletica orizzontale e verticale non efficace con il contesto

Saranno adottati interventi migliorativi, anche per garantire la leggibilità in tutte le condizioni meteo

9

Scarsa illuminazione

Illuminazione, eventuale impiego lanterne lampeggianti di profondità


Risultati attesi

Con la realizzazione del presente progetto, si vogliono eliminare le criticità di svolta nell’incrocio, soprattutto dei mezzi pesanti ed agricoli, e di riflesso si diminuiranno i rischi di frenate improvvise, code e tamponamenti lungo la S.P. CR ex S.S. n. 45 bis aumentando la fluidità del traffico veicolare.




Risorse tecniche e personale impegnate per il monitoraggio dell'incidentalità nei siti interessati dall'intervento

Il monitoraggio previsto per la valutazione ex-post dell'efficacia dell'intervento, sarà condotto dal Comune di Pozzaglio ed Uniti , avvalendosi della collaborazione della Provincia di Cremona per quanto riguarda il monitoraggio degli incidenti e del traffico. Quest'ultima, all'interno della propria struttura ha istituito l'Osservatorio della Sicurezza Stradale.


Il Comune di Pozzaglio ed Uniti impegnerà a tal scopo le seguenti risorse:

  • Ufficio Tecnico, specificare

  • Polizia Locale, specificare

  • altro, specificare

La Provincia di Cremona impegnerà a tal scopo le seguenti risorse:

  • n. 2 unità di personale con qualifica Istruttore tecnico

  • n. 2 unità di personale con qualifica Caposervizio

  • corpo di Polizia Locale Provinciale

  • personale di sorveglianza stradale (Capizona)

  • strumentazione per il monitoraggio del traffico permanenti

  • strumentazione per il monitoraggio del traffico mobili

Oltre a quanto sopra saranno impiegate le ordinarie dotazioni d'ufficio, quali PC, autovettura, plotter, software gis, ecc...

Il monitoraggio ex post dell'efficacia dell'intervento opererà le seguenti indagini:



  • compilazione e verifica delle ceck-list, predisposte in sede di analisi dell’incidentalità dello stato attuale

  • monitoraggio del traffico con siti di rilevamento mobile

  • monitoraggio degli incidenti

  • monitoraggio delle velocità di percorrenza sia lungo l'intero tratto oggetto di intervento che in corrispondenza di punti singolari (esempio: in prossimità delle isole direzionali)

  • verifica del corretto utilizzo delle opere realizzate da parte dell'utenza, tramite sopralluoghi ed eventuale campagna di sorveglianza con web-cam mobile a distanza.


Eventuali contenuti innovativi della proposta

Gli elementi e le metodologie, di maggior rilievo, adottate per la realizzazione del progetto e non ordinariamente utilizzate ed applicate lungo la viabilità comunale e provinciale interessate dall'intervento sono i seguenti:



  • impiego puntuale di segnaletica termoplastica;

  • impiego puntuale di segnaletica verticale ad altissima intensità luminosa classe 2 speciale;

  • impiego puntuale di marker stradali sulle isole stradali;

  • installazione di sistema di illuminazione ad alta efficienza;

  • eventuali lampeggianti a led di profondità.


Accordi di partenariato con soggetti pubblici e privati

Al fine della realizzazione dell'opera in questione tra il Comune di Pozzaglio ed Uniti e la Provincia di Cremona è stato predisposto un accordo di partenariato in data 27/10/2014 al n. 124817 del protocollo provinciale.


Programma temporale delle spese previste per la realizzazione della proposta e congruenza tra le attività

Redazione progetto preliminare

terminato il 22.10.2014 prot. provinciale n. 121020


Redazione progetto definitivo

entro 3 mesi dalla data formalizzazione dell'accettazione del contributo


Redazione progetto esecutivo

entro 3 mesi dalla data di approvazione del progetto definitivo


Appalto, esecuzione lavori, collaudo o certificato di regolare esecuzione

entro 18 mesi dalla data di pubblicazione sul BURL del provvedimento di approvazione della graduatoria dei progetti ammessi a cofinanziamento


Tipologia di progettazione attualmente disponibile

Progetto preliminare


Importi economici

L’importo complessivo dell’opera in progetto è stimato pari ad € 90.000,00 (novantamila/00).



Si fa presente, inoltre, che la Provincia di Cremona sosterrà i costi del personale impiegato per la progettazione, direzione lavori e collaudo delle opere succitate.

Relazione illustrativa Pag. di



Do'stlaringiz bilan baham:


Ma'lumotlar bazasi mualliflik huquqi bilan himoyalangan ©hozir.org 2019
ma'muriyatiga murojaat qiling

    Bosh sahifa