Comune di spoleto



Download 46.92 Kb.
Sana08.09.2017
Hajmi46.92 Kb.
COMUNE DI SPOLETO

Zona sociale n. 9

Comuni di Spoleto, Campello sul Clitunno, Castel Ritaldi, Giano dell’Umbria
AVVISO PUBBLICO

PER L’ASSEGNAZIONE DI BENEFICI A FAVORE DELLE FAMIGLIE NELL’AMBITO DEL FONDO PER LE POLITICHE DELLA FAMIGLIA


Art. 1, comma 1250 della L. 27 dicembre 2006, n. 296


L.R. 16/02/2010 n. 13 “Disciplina dei servizi e degli interventi a favore della famiglia”

Il Dirigente della Direzione Istruzione Coesione Sociale Salute e Sport


RENDE NOTO
che con Deliberazione di Giunta Regionale n. 892 del 23/07/2012, sono state dettate le disposizioni volte a declinare gli interventi socio assistenziali per le famiglie specificando che:

  • le risorse relative sono destinate ad interventi socio assistenziali di natura economica diretti a supportare le famiglie numerose e/o famiglie con figli minori nonché famiglie con minori disabili, che si trovano in situazione di grave disagio socio economico, individuato sulla base della valutazione del numero e della composizione del nucleo familiare e dei livelli reddituali;

  • gli interventi sono rivolti alle famiglie con ISEE non superiore ad euro 18.000,00;

  • le modalità per accedere agli interventi previsti sono stabilite da ciascuna Zona sociale in base alla propria programmazione sociale di territorio prevedendo comunque una valutazione dello stato di bisogno da parte dei servizi sociali.


Criteri di accesso

possono accedere all’assegnazione di un contributo economico “una tantum” le famiglie, così come individuate all’anagrafe comunale, residenti nei comuni della Zona sociale n. 9 (Spoleto, Campello sul Clitunno, Castel Ritaldi e Giano dell’Umbria) che nel periodo di vigenza del presente avviso si trovano nelle seguenti condizioni:




  • famiglie numerose con un numero di componenti il nucleo familiare pari o superiori a quattro;

  • famiglie con almeno un figlio minore;

  • famiglie con minori disabili;

  • nuclei familiari con figli affidati.

Le famiglie devono possedere un indicatore della Situazione Economica Equivalente ISEE (Decreto Legislativo 109/98 e s.m.i.), riferito all’ultima dichiarazione dei redditi, non superiore ad euro 18.000,00 e relativo all’intero nucleo familiare anagrafico.


È inoltre condizione necessaria per il riconoscimento del beneficio che il nucleo familiare si trovi in una situazione di grave disagio socio economico, individuato sulla base della valutazione del numero e della composizione del nucleo familiare e dei livelli reddituali, così come risultante dal piano individualizzato di aiuto redatto dall’Ufficio della cittadinanza.
Entità dei contributi

Sulla base delle domande ritenute ammissibili, l’entità del beneficio economico spettante a ciascun nucleo familiare interessato sarà determinato secondo le esigenze del piano individualizzato di aiuto, fino ad un massimo di 800,00 euro, in relazione alla gravità della situazione di disagio socio-economico rilevata in ambito di valutazione sociale.

I benefici saranno riconosciuti nei limiti delle risorse regionali assegnate, secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande.

Il contributo concorrerà alla copertura di spese documentate, al netto di eventuali agevolazioni/contributi già erogati dal Comune per le stesse finalità.

Nel periodo di vigenza del presente avviso potrà essere erogato un solo contributo per nucleo familiare.
Spese sostenibili

I contributi di cui al presente avviso sono finalizzati a sostenere le famiglie relativamente ai costi:

- per l’educazione, istruzione e formazione;

- per la nascita di un figlio;

- per la partecipazione ad attività sportive e ricreative dei figli;

- per la cura e la salute;

- per il ricongiungimento familiare;

- per l’accesso alla casa, il mantenimento e/o la conduzione dell’alloggio;

- per l’acquisto di generi di prima necessità;

- relativi alle spese connesse al fenomeno della scomposizione familiare (separazione, divorzio, ecc.);

- relativi alle spese connesse ad eventi imprevisti che minano la sicurezza del nucleo familiare (decesso, perdita del lavoro, ecc.).
Termini e Modalita’ di presentazione delle domande

La domanda dovrà essere presentata all’Ufficio della cittadinanza del proprio comune di residenza (Ufficio della Cittadinanza del Comune di Spoleto, Via Cerquiglia n. 80 - Tel. 0743/218511 – 218711) a partire dal 05/11/2012 fino al 15/04/2013 utilizzando esclusivamente l’apposito modello di richiesta contenente dichiarazioni autocertificate relative alla composizione del nucleo familiare, alla situazione economica ed alle spese sostenute, al quale saranno allegati i vari documenti richiesti. Non farà fede il timbro postale.

Il modello di domanda è reperibile presso ogni Ufficio della Cittadinanza dei Comuni della Zona Sociale n. 9 di Spoleto, Campello sul Clitunno, Castel Ritaldi e Giano dell’Umbria, sul sito internet del Comune di Spoleto www.comunespoleto.gov.it e degli altri comuni della Zona.

Gli Uffici della Cittadinanza forniranno un supporto alla compilazione ed alla presentazione delle domande.

Gli uffici comunali preposti effettueranno controlli sulle domande pervenute. La mancata rispondenza tra quanto dichiarato dal richiedente e la reale situazione accertata a seguito di controlli, determina l’applicazione delle sanzioni previste dalle legge nonché la perdita del beneficio.


Per ulteriori Informazioni rivolgersi a:

Ufficio Sostegno al reddito del Comune di Spoleto

Via Cerquiglia n. 78

Responsabile dott. Paolo Risoldi

Tel. 0743/218736

Email: paolo.risoldi@comune.spoleto.pg.it


Per la presentazione della domanda rivolgersi a:

Ufficio della Cittadinanza del Comune di Spoleto

Via Cerquiglia n. 80

Tel. 0743/218511 - 218711


Il dirigente

Stefania Nichinonni
Spoleto, 5 novembre 2012


ZONA SOCIALE 9


COMUNI : SPOLETO – CAMPELLO SUL CLITUNNO – CASTEL RITALDI –GIANO DELL’UMBRIA
DOMANDA PER L’ACCESSO AI BENEFICI DEL FONDO PER LE POLITICHE DELLA FAMIGLIA

Art. 1, comma 1250 della L. 27 dicembre 2006, n. 296


L.R. 16/02/2010 n. 13 “Disciplina dei servizi e degli interventi a favore della famiglia”

AL SINDACO DEL COMUNE DI

SPOLETO




Oggetto: DOMANDA per l’accesso ai benefici del Fondo per le politiche della famiglia - Deliberazione di Giunta Regionale n. 892 del 23/07/2012

Ai sensi degli articoli 46 e 47 del DPR del 28 dicembre 2000,n. 445, sotto la propria esclusiva responsabilità e consapevole delle sanzioni previste dalla legislazione penale e dalle leggi speciali in materia di falsità degli atti

Il/La sottoscritto/a

nome ____________________ cognome ________________________________

nata/o il _________________a______________________________ Prov._______ Stato estero ______________________________________________________ residente nel Comune di _____________________________ prov. __________CAP___________

Via / Piazza ________________________________________________________ n. ____ n. tel. __________________ n. cell. __________________

indirizzo e.mail _______________________________________________________


Carta d’identità n. __________ rilasciata il ____/____/______ a ___________________________
Passaporto n. __________ rilasciato il ____/____/______ a ______________________________
Permesso di soggiorno n. _________ Questura di _____________________ rilasciato il ____/___/____ scadenza _____/____/______ motivo ____________________________ Italia dal ___/___/_____
Carta di soggiorno n. _________ Questura di _______________________ rilasciato il ____/___/____ scadenza _____/____/______ motivo ____________________________ Italia dal ___/___/_____
Cittadinanza  italiana  straniera (nome dello Stato _________________)

Cod. Fisc.__________________________________


CHIEDE

l’erogazione di un contributo previsto nell’ambito degli interventi del Fondo per le politiche della famiglia.

A tal fine, consapevole che la dichiarazione mendace, la falsità in atti e l’uso di atto falso costituiscono reato ai sensi dell’articolo 76 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 e comportano l’applicazione della sanzione penale

DICHIARA





  1. di essere (barrare alternativamente)

cittadino italiano

 cittadino di uno Stato membro della Unione europea (nome dello Stato ____________________)

 cittadino extracomunitario, e di esercitare attività lavorativa subordinata o autonoma, di essere in possesso di carta di soggiorno o permesso di soggiorno con scadenza in data ___/___/_____;


  1. di risiedere in un Comune dell’Umbria dal ____/____/____ (indicare il Comune ____________________);




  1. di aver compiuto i 18 anni di età;

4) che il reddito familiare complessivo, come determinato da attestazione ISEE ai sensi del D.Lgs. 31 marzo 1998, n. 109 e successive modificazioni, calcolato sulla base dell’ultima dichiarazione dei redditi, è di euro ______________________;i

5) di essere attualmente nella seguente situazione lavorativa:_________________ ________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________ ii;
6) di non aver avanzato altra domanda per accedere ai benefici previsti dal presente avviso;
7) che la concessione del contributo richiesto è finalizzata a far fronte alle seguenti tipologie di bisogno (barrare la casella corrispondente):


  • nascita o adozione di un figlio;

  • spese per il ricongiungimento familiare;

  • situazioni legate alla malattia o al decesso di un membro del nucleo familiare, ove per nucleo familiare si intende quanto risulta dalla stato di famiglia anagrafico;

  • spese ricollegabili a situazioni o processi di scomposizione familiare, quali separazione, divorzio o trasferimento di un componente del nucleo familiare;

  • spese per traslochi, cambiamenti di alloggi e stipula del contratto di affitto, utenze varie;

  • spese per l’istruzione primaria, secondaria ed universitaria dei figli;

  • spese relative alla formazione e all’aggiornamento professionale;

  • spese per la partecipazione dei figli ad attività educative, ricreative e sportive;

  • spese per l’acquisto di generi di prima necessità;

  • altra tipologie di spesa (specificare) ________________________________

8) che il nucleo anagrafico è composto:





COGNOME E NOME

DATA DI NASCITA E LUOGO



GRADO DI PARENTELA























































9) di impegnarsi a presentare la documentazione comprovante la condizione di difficoltà socio-economica e l’onere delle spese sostenute.

AUTORIZZA


  1. fin da ora il Comune a compiere i controlli necessari per accertare la regolarità delle dichiarazioni rese nella domanda di accesso all’agevolazione e la conformità delle stesse alle finalità per le quali è stata concessa l’agevolazione;

  2. il Comune, in relazione a quanto stabilito dall’art. 11 del D.Lgs. 196/2003 sulla tutela della “privacy”, ad effettuare il trattamento dei dati contenuti nella presente domanda ed in particolare ad utilizzare gli stessi per l’invio di comunicazioni attinenti all’intervento in oggetto e per l’elaborazione degli stessi ai fini di monitoraggio e valutazione dell’intervento stesso;

CHIEDE


  1. che ogni comunicazione sia inviata al seguente indirizzo ________________________________________________________________________________________________________________________________

  2. che le somme siano erogate con accredito sul c/c ___________________ presso ________________________________________________________________

Codice IBAN ____________________________________________________

ALLEGA (barrare a cura dell’ufficio)


  • copia di documento d’identità (obbligatorio)

  • se cittadino extracomunitario: carta di soggiorno o regolare permesso di soggiorno e documentazione di regolare attività di lavoro subordinata o autonoma (obbligatorio)

  • attestazione ISEE ai sensi del D.Lgs. 31 marzo 1998, n. 109 e successive modificazioni (obbligatorio)

  • documentazioni attestante la condizione socio-economica dichiarata, e in particolare:

    • stato di famiglia anagrafico o autocertificazione dello stato di famiglia ex D.P.R. 445/2000;

    • copia del contratto d’affitto

    • copia del verbale d’invalidità

    • documentazione attestante la situazione di bisogno segnalata ai fini della concessione del contributo (elencare i documenti allegati)

_____________________________________________________________

_____________________________________________________________

_____________________________________________________________


  • documentazione relativa alle spese per per le quali viene richiesto il contributo (elencare i documenti allegati):

_______________________________________________________________

_______________________________________________________________

_______________________________________________________________
Data__________________ Firma___________________________________

La firma viene apposta dai sottoscritti allegando fotocopia del documento di identità ai sensi dell’art. 38 del D.P.R. 28/12/2000 n. 445.



CON LA FIRMA DELLA PRESENTE DOMANDA, IL RICHIEDENTE ATTESTA DI AVERE CONOSCENZA CHE, AI SENSI DELL'ART. 6 COMMA 3 DEL D.P.C.M. N. 221 DEL 7 MAGGIO 1999, NEI CONFRONTI DEI BENEFICIARI POSSONO ESSERE ESEGUITI CONTROLLI DA PARTE DELLA GUARDIA DI FINANZA, AL FINE DI ACCERTARE LA VERIDICITA' DELLE INFORMAZIONI FORNITE. IN CASO DI DICHIARAZIONI MENDACI, FALSITA' IN ATTO O USO DI ATTI FALSI, OLTRE ALLE SANZIONI PENALI PREVISTE DALL'ART. 71 DEL D.P.R. 445/2000 L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE PROVVEDERA' ALLA REVOCA DEL BENEFICIO EVENTUALMENTE CONCESSO SULLA BASE DELLA PRESENTE DICHIARAZIONE, COME PREVISTO DALL'ART. 11 COMMA 3 D.P.R. 403/98.


i L’ISEE non può essere superiore a € 18.000,00.

ii Indicare anche che tipo di contratto di lavoro se è a tempo determinato, indeterminato, subordinato, autono o altro. Se a termine indicare data di scadenza.


Do'stlaringiz bilan baham:


Ma'lumotlar bazasi mualliflik huquqi bilan himoyalangan ©hozir.org 2017
ma'muriyatiga murojaat qiling

    Bosh sahifa