Giovedì Senior campello le meridiane ed IL castello



Download 3.64 Mb.
Sana21.02.2017
Hajmi3.64 Mb.



Giovedì

Senior

CAMPELLO

le meridiane ed il castello

Data:

29/09/2016

Categoria:

Escursionismo

Mezzi propri :

Perugia – Collestrada – Foligno – uscita Campello sul Clitunno – Poreta (Km 60 ca)



Partenza

Alle ore 7,20 da Pian di Massiano (lato di viale Perari),

oppure alle ore 7,40 a Collestrada

Organizzatori

Ugo Manfredini 348 7666713 (referente)

Mauro Bifani – Daniele Crotti

Quota min: m 300 ca

Quota max: m 530 ca

Iniziativa riservata ai soci CAI. Eventuali non soci dovranno accendere preventivamente apposita assicurazione presso la sede CAI Perugia di via della Gabbia, 9.


Descrizione: alle prime 2 meridiane, a C. Piccioli e V.la del Rio, si arriva in auto. Le vetture si lasciano poi a Poreta (320 m), ove si visita la III meridiana, dopo una breve sosta al Bar La Palombaia. Si sale alla IV meridiana di Suicci; da qui si raggiunge il Sentiero degli Ulivi che sale, via Lenano (533 m), al Castello di Campello (520 m ca). Una breve visita e quindi si scende alla V meridiana di S. Maria. Da qui a la Bianca, e, attraverso gli ulivi, si rientra a Poreta.

NB: Alla fine della camminata è previsto un abbondante “spuntino” presso la Pro Loco di Poreta: costo di 10.00 Euro cadauno (si prega di confermare la partecipazione entro le 18 di martedì 27 al referente).



Lunghezza: Km 8.5 circa

Tempo di percorrenza: h 3.30 più varie soste

Dislivello m 250 circa

Difficoltà: T/E


Equipaggiamento:

Sono necessari scarponi o scarponcini da trekking e consigliati i bastoncini. Vestirsi adeguatamente (compreso cappellino) e fornirsi di acqua in quantità sufficiente.

Lungo il percorso cinque soste saranno dedicate alla osservazione e descrizione di

altrettante meridiane

Cartografia: Carta dei Sentieri CAI Sezione di Spoleto Monti di Spoleto e della Media Valnerina - scala 1:25000



Gli orologi gnomonici: “La meridiana, detta anche più correttamente orologio solare, è uno strumento di misurazione del tempo, basato sul rilevamento della posizione del Sole. Le sue origini sono molto antiche e nella sua accezione più generale indica in massima parte gli orologi solari presenti sui muri degli edifici. In senso stretto, con meridiana si dovrebbe intendere unicamente l’indicatore del passaggio del Sole a mezzogiorno. Un semplice bastone piantato verticalmente a terra proietta un’ombra sul terreno che si muove in funzione del moto del sole. Il bastone prende il nome di gnomone dal verbo greco gnomon che vuol dire indicatore e da questo deriva poi il nome di gnomonica. La gnomonica è quindi una disciplina che raccoglie conoscenze molto diversificate come l’astronomia, la matematica, la geometria ed infine le arti figurative come pittura e scultore. Nei giorni nostri si sono aggiunte poi la storia, la tecnica del restauro unite alla conoscenza del territorio e delle tradizioni locali.” (in: Mauro Bifano & Manlio Suvieri, Le antiche ore, Futura Edizioni, 2015).


Download 3.64 Mb.

Do'stlaringiz bilan baham:




Ma'lumotlar bazasi mualliflik huquqi bilan himoyalangan ©hozir.org 2020
ma'muriyatiga murojaat qiling

    Bosh sahifa
davlat universiteti
ta’lim vazirligi
O’zbekiston respublikasi
maxsus ta’lim
zbekiston respublikasi
davlat pedagogika
o’rta maxsus
axborot texnologiyalari
nomidagi toshkent
pedagogika instituti
texnologiyalari universiteti
navoiy nomidagi
samarqand davlat
guruh talabasi
ta’limi vazirligi
nomidagi samarqand
toshkent davlat
toshkent axborot
haqida tushuncha
Darsning maqsadi
xorazmiy nomidagi
Toshkent davlat
vazirligi toshkent
tashkil etish
Alisher navoiy
Ўзбекистон республикаси
rivojlantirish vazirligi
matematika fakulteti
pedagogika universiteti
таълим вазирлиги
sinflar uchun
Nizomiy nomidagi
tibbiyot akademiyasi
maxsus ta'lim
ta'lim vazirligi
махсус таълим
bilan ishlash
o’rta ta’lim
fanlar fakulteti
Referat mavzu
Navoiy davlat
haqida umumiy
umumiy o’rta
Buxoro davlat
fanining predmeti
fizika matematika
malakasini oshirish
universiteti fizika
kommunikatsiyalarini rivojlantirish
jizzax davlat
davlat sharqshunoslik