Aghi, fili e racconti dell’alta Valle di Susa Salbertrand



Download 14.9 Kb.
Sana11.02.2017
Hajmi14.9 Kb.
Aghi, fili e racconti dell’alta Valle di Susa

Salbertrand. Sabato 7 marzo 2015 alle ore 15,30 presso l’Ente di gestione delle aree protette delle Alpi Cozie al n. 1 di Via Fransuà Fontan (Parco Gran Bosco di Salbertrand) sarà presentato il libro “Aghi, fili e racconti. Ricami, arti d’ago, abiti e corredo tradizionale nelle Valli di Susa e Sangone tra Ottocento e Novecento” edito dal “Graffio” di Borgone e curato dall’Università della Terza Età di Sant’Antonino. Tra gli autori, interverranno Enrica Cantore, cooperatrice del censimento delle arti d’ago che illustrerà, con l’ausilio di immagini, il materiale rinvenuto e censito; il linguista Matteo Ghiotto e Daniela Ordazzo, anima dell’associazione “L’eigo y cuento” di Chiomonte. Introdurrà l’incontro Piero Del Vecchio, coordinatore del progetto di ricerca e curatore del libro. Nello specifico saranno presentati i materiali e i temi che più interessano il territorio giacché la ricerca ha coinvolto anche tutti i Comuni dell’alta Valle da Bousson a Cesana, da Melezet a Bardonecchia fino a Chiomonte e Giaglione. Un’area che ha offerto molti manufatti ricamati, scialli, cuffie e complementi di abbigliamento. Il luogo comune – due territori, alta e bassa Valle, ben distinti nelle arti d’ago – è stato ampiamente confutato, senza per questo negare una qualche specificità nella produzione di cuffie e scialli, per abiti di uso comune e per le occasioni importanti, che le donne dell’alta Valle hanno ancora indossato in epoca recente, mentre la bassa Valle li ha dismessi qualche decennio prima. Il compito di dare a questo aspetto un quadro storico attendibile è stato affidato a Roberta Clara Zanini, dottore in Scienze Antropologiche presso l’Università degli Studi di Torino e a Francesca Gandolfo, archeologo coordinatore presso il Ministero dei  Beni  e delle Attività Culturali e del Turismo, Direzione Generale Servizio II - Roma, autrice dei più importanti saggi editi sull’abbigliamento tradizionale delle Alpi Piemontesi e della Valle d’Aosta. L’analisi specifica dei copricapo dell’alta Valle di Susa è curata da Donatella Taverna, specializzata in Archeologia orientale, pubblicista e scrittrice, autrice di molte opere di carattere storico e antropologico sull’argomento. Per l’occasione, l’associazione “L’eigo y cuento” presenta una mostra sull’argomento con manufatti provenienti dal territorio e dalle collaboratrici del progetto Unite che sarà visitabile nel mese di marzo. Per quanti hanno collaborato al progetto, l’Unitre propone un omaggio sull’acquisto del volume.

Download 14.9 Kb.

Do'stlaringiz bilan baham:




Ma'lumotlar bazasi mualliflik huquqi bilan himoyalangan ©hozir.org 2020
ma'muriyatiga murojaat qiling

    Bosh sahifa
davlat universiteti
ta’lim vazirligi
O’zbekiston respublikasi
maxsus ta’lim
zbekiston respublikasi
axborot texnologiyalari
o’rta maxsus
davlat pedagogika
nomidagi toshkent
guruh talabasi
pedagogika instituti
texnologiyalari universiteti
toshkent axborot
xorazmiy nomidagi
samarqand davlat
navoiy nomidagi
rivojlantirish vazirligi
haqida tushuncha
toshkent davlat
ta’limi vazirligi
nomidagi samarqand
vazirligi toshkent
Darsning maqsadi
Toshkent davlat
tashkil etish
Alisher navoiy
kommunikatsiyalarini rivojlantirish
Ўзбекистон республикаси
matematika fakulteti
bilan ishlash
pedagogika universiteti
Nizomiy nomidagi
sinflar uchun
fanining predmeti
таълим вазирлиги
o’rta ta’lim
maxsus ta'lim
fanlar fakulteti
ta'lim vazirligi
tibbiyot akademiyasi
vazirligi muhammad
махсус таълим
Toshkent axborot
umumiy o’rta
haqida umumiy
Referat mavzu
ishlab chiqarish
pedagogika fakulteti
fizika matematika
universiteti fizika
Navoiy davlat