Appenzell innerrhoden Inneres Land


Cité(Cité-Centre=Bourg-de-Four,Cité,Hollande,Les Bastions,Les Rues-Basses,Les Tranchées,Rive,Saint-Léger



Download 1.82 Mb.
bet22/24
Sana05.06.2017
Hajmi1.82 Mb.
1   ...   16   17   18   19   20   21   22   23   24

Cité(Cité-Centre=Bourg-de-Four,Cité,Hollande,Les Bastions,Les Rues-Basses,Les Tranchées,Rive,Saint-Léger

Délices-Grottes=Cropettes,Montbrillant,Prairie

Paquis-Navigation=Mont-Blanc,Wilson

Saint Gervais-Chantepoulet=Cornavin,Fazy,James,Les Bergues,Seujet)

Eaux-Vives(Eaux Vives-Lac=Frontenex,Jargonnant,La Grange,Les Allières,Les Vollandes,Montchoisy,Pierres du Niton,Villereuse

Florissant-Malagnou=Belmont,Contamines,De Beaumont,De Roches,Eugène-Pittard,Krieg,La Florence,La Grande-Boissière,La Petite-Boissière)

Petit-Saconnex(Bouchet-Moillebeau=Colladon,De Budé,La Forêt,La Tourelle,Le Bouchet,Le Mervelet,Les Crêts,Les Genêts,Moillebeau

Charmilles-Chatelaine=Cité Vieusseux,Geisendorf,La Bourgogne,La Dole,Les Franchises,Liotard,Parc-des-Sports,Servette,Soubeyran

Grand Pré-Vermont=Bealieu,Chandieu,Varembé

O.N.U.(Nations)-Rigot=Ariana,La Voie-Creuse,Le Grand-Morillon

Saint Jean-Aire=Camille-Martin,Campagne-Masset,Nant-Cayla,Saint Jean-de-Gallatin,Saint Jean-Falaises

Sécheron-Prieuré=Mont-Repos,Valais)

Plainpalais(Batie-Acacias=Boissonnas,Le Royer,La Queue-d’Arve,Les Vernets,Parc des Acacias,Saint Georges

Champel-Roseraie=Hôpital,La Colline,Le Bout-du-Monde,Les Crêts-de-Champel,Les Falaises,Malombre,Miremont,Parc Bertrand,Tour-du-Champel

Jonction-Plainpalais=Ansermet,Colouvrenière,Du Bois-Melly,Les Savoises,Plaine de Plainpalais,Rois,Village-Suisse

La Cluse-Philosophes=Augustins,Les Minoteries)

Thônex: Hameaux et Fermes =Bel Air,Clinique de Belle-Idée,Douane,Fossard,Hôpital des Trois Chêne,Les Sillons,Moillesulaz,Mon Idée,Thônex,Villette
























1 Il monastero di Grimmenstein,però,costituisce un’exklave del cantone di Appenzell Innerrhoden

2 Dal castelletto di Haggen,che fu sede di capitanato nel’600, parte il giro panoramico del centro di San Gallo,che è stato inquadrato nel 1983 quale patrimonio mondiale dell’UNESCO,dati gli innumerevoli punti di vista sulla città,sulla cattedrale,particolarmente il centro storico dal Freudenberg.Questo sentiero panoramico si protende attraverso prati e boschi.Dopo aver preso la direzione di Hofstetten,puntiamo ai bagni Drei Weieren:da qui seguiamo l’indicazione per San Giorgio,guadagnando la parete boschiva del Freudenberg.L’ultimo tratto conduce,a sinistra,attraverso la foresta,alla fermata”Schwarzer Bären”.

3 Da visitare la valle di Weisstannen,che si può raggiungere con la corriera postale in partenza dalla stazione di Mels,scendendo nella località di Oberdorf.A piedi si costeggia il torrente Gufelbach fino a raggiungere la meravigliosa area turistica Batöni,con le sue tre imponenti cascate,in 3 ore e mezza.

4 Il passo di Klausen(m 1948)situato nella regione turistica”Braunwald-Klausenpass”, sale con tornanti,con una massima pendenza del 9%, dalla valle di Linth,superando il cantone di Glarus,attraverso l’alpeggio più grande della Svizzera,l’Urnerboden,una prateria di otto km,che già si trova nel cantone di Uri;la capanna Gemsfairenhüttli è il punto di partenza per la salita al Gemsfairenstock e al massiccio del Clariden,sempre innevato,ben distinguibile dal passo.

5 La classica escursione che si può intraprendere da Linthal è quella di recarsi alla stazione di Chalkrittli(m 1860),a piedi,passando per Tierfehd(m 805 un’ora e mezza di cammino),raggiungibile col taxi,od avvalendosi della funicolare,per portarsi al tunnel spettacolare di km 3 con la vista spettacolare del lago artificiale Limmern(m 1900),seguendo il segnavia rosso-bianco.Con i mezzi di risalita,da Ober Baumgarten,si impiegano un’ora e trequarti di cammino al rifugio Muttsee(m 2510).Da Linthal,a piedi,si sono impiegate complessivamente 4 h.Il passo Kisten(m 2640) dista soltanto un’ora e mezza,ma si arriva in discesa a sud,toccando l’altezza massima di m 2730.Lungo il tragitto,panorami mozzafiato sul Bifertenstock,ovvero il “naso di ghiaccio”(m 3421),il Selbstsanft(m 2750) ed il Tödi(m 3614),fra le Alpi di Glarona.

6 Un’escursione molto interessante si può intraprendere dal passo di Pragel,percorribile con mezzi non superiori al peso di 3,5t,dove subito la strada si rialza ai nostri piedi rispetto al passo,per poi insistere in salita ad una conca alpina,da cui si procede in un paesaggio carsico,dove si possono udire i fischi delle marmotte ed i segnali dei camosci.Dopo due ore di salita appare la vetta del Silberen,(non molto distante dall’incrocio della vetta si trovano tracce di un insediamento ormai abbandonato)in un panorama superno,che ci invita a sostare,laddove il sentiero devia ad est verso l’alpeggio Silber,frequentato dalle pecore e dalla pernice bianca.Attraverso pendici erbose,poco prima di Schattgaden,incontriamo la traccia battuta dal bestiame che prendiamo in direzione nord per Hüttli,il Vorder Silberen ed il belvedere sul lago di Klöntal,nel cantone di Glarona,il”Natelempfang”.Giunti ad Alpeli,attraverso Schönenbühel,un sentiero naturistico sale al rifugio Biet e ritorna al punto di partenza,in 6 h.

7 Un’escursione molto significativa si diparte dalla stazione a monte della funivia,che ci permette di raggiungere a piedi l’albergo Oberberg e,attraverso Eseltritt,per un buon sentiero segnato,il passo Ibergeregg,a m 1406;lasciando a fianco il Brünnelistock(m 1593)ci si mantiene,da Zwacken,sulla linea di cresta del Rotenfluh(m 1585) e,dopo averlo scavalcato,si arriva all’Holzegg,con possibilità di ristoro(bivio per Haggenegg-Hochstuckli).Ora abbiamo davanti la parete del Mythen(m 1998)che saliremo faticosamente a tornanti,dopo 4 ore complessive di cammino.(panorama sul Lago dei Quattro Cantoni,il Rigi ed il lago di Lauerz)

8 Consigliata la salita alla Wildspitze(m 1571),la massima elevazione nel cantone di Zug,attraverso Meisbühl,Bomerhüttli,Brandhöchi,Rossalmig,Cholerhöchi,Hürital,Geissfarren, Halsegg,Hinter Gwandelen,godendo di una splendida visuale sul lago di Zug e quello di Ägeri,sulla quale troveremo un’albergo alpino.

9 Una passeggiata di circa 6h,ci permette di ammirare il lago di Uri,la vallata della Reuss,e di deliziarsi della visione della cima innevata del Titlis(m 3239),dal passo Surenen.Si parte dalla stazione a monte Brüsti(m 1525),laddove un sentiero ottimamente segnato raggiunge l’hotel di montagna Z’graggen e,via Feuerstelle Nossenboden,arriva al Gratgädemli(m 1820).Con in faccia il frastagliato Gross Spannort(m 3198),attraverso il Nussfruttli,costellato di una versatile flora alpina,si può sostare sull’Angistock che abbiamo così conquistato,prima di risalire le curve del passo Surenen(m 2291).La discesa porta,per la Blackenalp(m 1777),al cosiddetto Surenen Greiss ovvero Stäuber,e quindi,via Stäfeli,ad Alpenrösli(m 1258),a ridosso di Engelberg,per non meno di sei km.

10 Da Bristen,nella valle di Maderaner,una stradaccia costeggia il torrente Karstelen,attraversando praterie di montagna e boschetti,passando per Legni e l’alpe Stössi,fino a giungere all’alpe Gufern.Si prosegue per un sentiero di montagna molto ben segnato fino al Blindensee.Lungo il percorso si può ammirare la flora alpina e il rombo della cascata.Per l’ultima volta si incrocia il surgivo torrentello Karstelen sopra citato,e si sale decisamente al rifugio Hüfi,che rimane in ombra di mattino,a quota 2450 m,scorgendo per un breve momento lo specchio glaciale dell’Hüfifirn,mentre la lingua glaciale dell’Hüfi si approfonda al rifugio omonimo:il tutto in 5 ore e mezza di salita.

11 Da Färnigen parte la strada del Susten,che raggiunge il passo omonimo,a m 2224,con una pendenza massima del 9%:riconoscibili il lago di Stein ed il ghiacciaio di Stein.Magnifica la visione del Wendenstöcke(m 3042),del Fünffingerstöcke(m 3023),a nord,e del Fleckistock(m 3417),dello Stucklistock(m 3308)e del Sustenhorn(m 3503) a sud.

12 Dalla stazione di arrivo della funivia per la Klewenalp(m 1600),in vista delle Brisen(m 2413) e dell’Urirotsock(m 2826)affacciati sul Lago dei Quattro Cantoni,si può passeggiare facilmente in salita verso Twäregg.In 1 h e mezza si giunge allo Stockhütte(m 1279),distante un’ora di cammino da Emmetten,attraverso la Choltal,da dove di può ritornare indietro a Beckenried con la corriera postale.

13 Dalla località di Chappelendorf parte la cabinovia al Wirzweli,rinomata regione escursionistica a m 1227,nei pressi della Gummenalp(m 1579)raggiungibile dal sentiero di cresta omonimo,con possibilità di scalare lo Stanserhorn(m 1898)in tre ore e mezza,attraverso Ächerli,Holzwang e Krinne.

14 Una passeggiata alquanto caratteristica parte dalla Bannalp(vedi)collegata da Oberrickenbach tramite funivia,in direzione di Sinsgäu(vedi) attraverso la pittoresca via Zick-Zack sulla cresta di Haldi(m 1937),in due ore e mezzo-tre ore.

15 Il comune di Egg appartiene adesso al distretto di Greifensee

16 Il comune di Mönchaltorf appartiene però al distretto di Greifensee

17 Un’escursione molto bella parte da Fischenthal,all’altezza della stazione:qui si percorre un breve tratto della Jakobsweg.Poco prima della frazione Fischtel,giriamo a sinistra verso Langenberg e poi saliamo ripidamente in direzione di Tannen(m 959).Da qui il segnavia segue il filo della cresta,con meravigliose visuali sulle catene Bachtel e Allmen,nelle Alpi Zurighesi.Finalmente si arriva sulla cima del Hüttchopf(m 1282),dove i segni gialli ci indicano i vari modi per poter ritornare,con la durata di marcia corrispondente.Fin qui abbiamo impiegato un’ora e quaranta minuti di cammino.La Tösswald,da dove nasce l’omonimo fiume,si mostra particolarmente interessante in autunno,per i colori brillanti con i quali è dipinta.

18 Il comune di Wangen-Brüttisellen dipendente dalla baronia di Bubikon,costituisce però una dipendenza del conte di Kyburg,attualmente inquadrabile nel distretto di Greifensee.

19 Il baliaggio delle Vier Wachten è stato recentemente suddiviso nei distretti zurighesi 6 e 7

20 Il baliaggio delle Vier Wachten,non comprendeva Witikon ed Hirslanden,che appartenevano al baliaggio di Küsnacht,nel distretto di Meilen

21 Wipkingen apparteneva alle Vier Wachten

22 Il comune di Hochfelden appartiene però al distretto di Bülach

23 Il comune di Höri appartiene però al distretto di Bülach

24 Il comune di Buch am Irchel appartiene però al distretto di Winterthur

25 Il comune di Dörflingen costituisce un’exklave nel cantone di Sciaffusa,distretto di Reiat

26 Le cascate del Reno,alte 23 m,con una media di 700 m³/sec.di gettito d’acqua, si possono ammirare da Dachsen,con una passeggiata di soli 10’

27 Nella stupenda chiesa del convento,con i suoi due storici organi, hanno luogo regolarmente i «Concerti di Rheinau», assurti ormai a fama internazionale.

28 Il comune di Gächlingen appartiene però al distretto di Oberklettgau

29 Il comune di Neunkirch appartiene però al distretto di Oberklettgau

30 Il comune di Siblingen appartiene però al distretto di Schleitheim

31 Da non dimenticare di percorrere il sentiero didattico composto da 21 stazioni,realizzato per il Giubileo dei 950 anni della città di Sciaffusa

32 Partendo dal castello di Wörth,a Neuhausen,uno stretto sentiero costeggia il fiume Reno,fino a raggiungere i casolari di Nohl,già in territorio zurighese:superato il ponte,si costeggia la riva sinistra del fiume fino al maniero medioevale di Laufen e si prosegue ancora per il ponte ferroviario,lungo le rive del Reno,nel versante sciaffusano,raggiungendo,dopo 50’ le celebri cascate.

33 Il comune di Zihlschlacht-Sitterdorf appartiene però al distretto di Mittelthurgau

34 Da Fischingen si può raggiungere l’Hörnli(m 1133)raggiungendo la pietra confinale dei tre cantoni di Turgovia,Zurigo e San Gallo:una salita ripida ma remunerativa,con una passeggiata complessiva di 1 ora e 35’,semplicemente passando da Rotbüehl(m 851) e Allenwinden(m 914).

35 Il comune di Kemmental appartiene però al distretto di Kreuzlingen

36 Il comune di Uttwil appartiene però al distretto di Oberthurgau

37 Da Monstein,affacciato sulla valle dell’Albula,dove si trova la birreria più alta d’Europa,ci si incammina,fra boschi di abete rosso e larici,ad Oberalp:si sale,varcando il ruscello omonimo,fino a Fanezmeder,in mezzo a prati stupendi,odoranti di fieno.Attraverso i prati fioriti di Bärentällis,si giunge a Fanezfurgga,un passo a m 2600, che immette nella Ducantal,fra la cresta dolomitica di Strel e il Chrachenhorn;valle che affluisce nella stupenda Sertigtal,non prima di aver ammirato la cascata(Wasserfallalp),sulla discesa,da dove un’altra breve salita si collega ad un ripido sentiero che precipita alla morena terminale del ghiacciaio della Chüelalp.Immantinente si giunge a Sertig Sand,in uno scenario alpino di incomparabile bellezza,dopo 5 ore abbondanti di cammino.(Da Sertig Dörfli si può ritornare a Davos con l’autobus)

38 Da Susch parte la strada per il passo del Flüela(m 2383),con una pendenza massima del 10%,la quale arriva ad un ospizio nei pressi di due laghi:il Lago Nero e lo Schottensee.D’inverno la strada è esposta all’alto pericolo di valanghe,ed è possibile usufruire del tunnel Vereina(Treno-navetta)

39 Da Zernez si diparte la strada per il Passo del Forno,a m 2149,che si snoda attraverso il Parco Nazionale dell’Engadina,in vista del massiccio dell’Ortles,con una pendenza massima del 12%.Queste foreste,dominate prevalentemente dal pino,che sono appunto protette, sono servite al processo naturale della fusione del carbone.

L’escursione termica è notevole,l’acqua scarseggia ed il panorama è talvolta steppico:il limite altimetrico dell’innevamento è elevato.



40 Da Santa Maria parte la strada per il passo dell’Umbrail(m 2503) che collega le Alpi della Val Monastero con il massiccio dell’Ortles,nei pressi del passo dello Stelvio,in Italia,all’altezza della IV Cantoniera:la strada è lunga 13 km,con 2,5 km di tratto sterrato.

41 Da Innerferrera lungo la valle per la strada di Avers,si prosegue per un km,fino a svoltare sulla destra attraverso un sentiero di montagna,che si snoda in mezzo a pinete ed abetaie,in parte ripidamente,arrivando all’Alpe Motta(m 1941).Qui troviamo lo specchio artificiale nella valle di Lei,dopo 1h½ di strada.Si può ancora salire per 300 m di dislivello ad est,fino alla Furgga(Passo del Scengio:m 2139)dopo altre 2 h.

42 Se non vogliamo imboccare il tunnel del San Bernardino da Hinterrhein,si può salire sul Passo del San Bernardino(m 2065),attraversando un paesaggio di alta montagna misterioso e costellato di piccoli laghetti spettacolari e di striature glaciali,primo fra tutti lo stupendo lago della Moesola.

43 Splügen è nelle vicinanze del Passo dello Spluga(m 2114),che divide il settore delle Alpi Orientali da quello delle Alpi Occidentali.

44 Dai prati alpini del ristorante Alpenblick,si trova l’incrocio per lo Schafälpli,in direzione del lago Älpli:da qui dobbiamo passare attraverso un tratto esposto per il Chlus(cavi d’acciaio per l’assicurazione),in modo da poter discendere al lago Schwelli,a forma semicircolare.Ora,a destra,paralleli alla cabinovia,giungeremo,in 2 h½ di cammino,alla stazione dell’Hörnli-Express.

45 Designata la Piccola Chicago per il traffico d’alcolici e le lotte che si sono riscontrate negli anni Trenta del secolo scorso,che hanno coinvolto,fra l’altro,la zona de La Plaiv,il paese di La Punt è alla base del passo dell’Albula(m 2312)con una pendenza massima del 12%,ove passa lo spartiacque europeo fra Atlantico e Mediterraneo:nei mesi invernali il passo è chiuso,per il rischio di caduta valanghe,ma funziona il tunnel ferroviario omonimo,di 5865 m di lunghezza,il più alto di questo genere nelle Alpi.

46 Da Sankt Moritz-Bad(m 1774)si va all’Hahnensee e poi,attraverso cespugli di rododendri e mirtilli,e per pascoli,incastonati da magnifici laghi blu,si raggiunge la Fuorcla Surlej(m 2755)con visioni affascinanti sul Piz Roseg(m 3937) ed il Piz Bernina(m 4049).Dal rifugio della forcella si precipita giù ai m 1999 del ristorante Roseg Gletscher nella Val di Roseg.Da qui si può scendere a Pontresina,con carrozze trainate da cavalli!

47 Alla grande rotonda nel centro del paese di Silvaplana si svolta a sinistra salendo al passo Julier(m 2284),incontrando subito alcuni tornanti che lasciano il posto ad ampie curve ed a una bella e scorrevole strada,sufficientemente larga da arrivare alla meta con una certa velocità:il passo è aperto tutto l’anno ed ha una pendenza media del 6,7%.

48 Il comune di Pontresina deriva dal Passo del Bernina(m 2328),raggiunto dalla ferrovia o dalla strada dalla pendenza massima del 10%,al cospetto di due laghi:il Nero ed il Bianco di Alp Grüm(m 2210)a cui si perviene da un comodo segnavia pianeggiante.Splendida la vista sul ghiacciaio Palù.

49 L’omonimo passo di Maloja si concentra praticamente in 13 serpentine strette,fino a raggiungere i 1815m d’altezza dell’Engadina,con la quale viene così collegata la Val Bregaglia.La pendenza massima raggiunta è del 9%,ma la larghezza della carreggiata è >2,5 m.Ecco la ragione per la quale viene utilizzato il semaforo per il passaggio a senso alternato,dal versante della Val Bregaglia.

50 Ziteil ha la basilica di pellegrinaggio più alta d’Europa(m 2434) in vista del Piz d’Err e del massiccio del Bernina

51 Da tale sito alquanto dotato di attrezzature turistiche,data la magnificenza del paesaggio,ci si può incamminare sull’Alp Scharmoin,punto di partenza per la divertente salita al Parpaner Rothorn(m 2861),in un’ora e 40’ con possibilità di discesa verso Lenzerheide,attraverso l’Alp Sanaspans,oppure servendosi della funivia per Valbella in caso di maltempo.

52 Poco prima di arrivare all’Ospizio del Passo del Bernina,si piega a destra per una piccola valle selvaggia,poco in salita,fino a raggiungere la dogana svizzera,e,dopo pochi km,in una terra di nessuno,si giunge alla dogana italiana.La Forcola di Livigno,posta a m 2315,permette di raggiungere,attraverso la valle della Forcola, la zona franca di Livigno,in Italia.

53 Il comune di Duvin appartiene ora al circolo della Lumnezia

54 Il comune di Morissen appartiene ora al circolo della Lumnezia

55 Un’escursione molto interessante che si può effettuare da Vals è senza dubbio il giro dei tre laghi,partendo da Zervreila(servizio di shuttle-bus),m 1850:in mezz’ora si giunge alla cappella,per una stretta strada asfaltata,poi,per un normale sentiero alpino,molto ben segnalato,si arriva,dopo 1 h¾, al lago Guraletsch(m 2409),dove si ha la possibilità di fare un bagno.Da qui inizia un’alta via molto panoramica,che porta al lago Ampervreila(m 2377)in altri ¾ h,distante ancora 1 h,dal lago Selva(m 2335),una meta ideale per riposarsi.Il sentiero prosegue oltre l’alpe Selva,dove si produce uno fra i formaggi migliori in tutto il cantone,trova al rifugio di Heinisch-Stafel(m 2038)il bivio per il ritorno a Vals(comunque dal lago di Selva si può ritornare a Vals,attraverso Merchegga,in 2 h)finalmente giunge a Peiltal(m 1667)dopo circa 2 h.

56 Il comune di Schlans appartiene adesso al circolo di Disentis

57 Consigliabile l’escursione in salita dall’albergo Turrahus(mk 1690) a fondovalle al passo di Tomül(m 2412),in uno scenario incomparabile di alta montagna,verso il gruppo dell’Anarosa,frequentato dalle marmotte.(sin qui 2 h di cammino)Passato un ponte,si scende agevolmente all’Alp Tomül, dove è possibile approvvigionarsi di latte e yogurt a piacere,di faccia al Piz Tomül(m 2179):di qui,per Riedboden,si arriva a Riefawald,dopo un ora dall’alpeggio,per terminare a Vals-Platz,in 4 h ½ complessive di cammino.

58 Dalla Val Medel si può salire sul Passo del Lucomagno(m 1972),nelle Alpi di Adula,alla pendenza massima del 9%,aperto tutto l’anno,dove troviamo l’ospizio ed il lago artificiale”Sontga Maria”.

59 Da qui salgono i tornanti del passo dell’Oberalp(m 2044) alle sorgenti del Reno,presso l’omonimo lago.

60 Il comune di Menznau appartiene,come vedi sotto,al distretto di Willisau

61 Il comune di Werthenstein appartiene oggi al distretto di Entlebuch

62 Il comune di Buchrain appartiene però al distretto di Lucerna

63 Da Rigi Kaltbad parte un’escursione per il belvedere Känzeli,attraverso un sentiero ben tenuto,che circuisce una cappella,il campo di minigolf ed un boschetto illuminato:lungo il percorso si possono riconoscere le orchidee che contraddistinguono quest’angolo incantato del Lago dei Quattro Cantoni,che affascinò,fra l’altro,il celebre scrittore Mark Twain.Con facilità si arriva alla vetta del Rigi,ammirando il Bürgenstock ed il Pilatus,che incorona la città di Lucerna.Da qui,seguendo il tracciato del trenino di montagna per il Rigi,si incrocia il sentiero che,a tornanti,porta alla Rigi Kulm,a 1800 m.

64 Da tale quartiere si prende la funivia del monte Pilatus(m 2119),che passa le località di Krienseregg,Fräkmüntegg,e sorvola l’Heitertannliweg,che compie in due ore,l’ascesa alla cappella Klimsen sul Pilatus,fino alla vetta,dove è possibile udire l’eco che risuona dalla montagna.Da questa zona acusticamente interessante,raggiunta in soli 10’ dall’Hotel Pilatus-Kulm,si può salire brevemente al Tomlishorn(m 2128) in 40’.(possibilità di avvistamento stambecchi)

65 Da Sörenberg,vuoi in auto,vuoi a piedi,è assolutamente consigliabile un’itinerario escursionistico di 2 h di cammino,che parte dalla via Hans Schaller,oltre la piscina e il Laueli,in direzione della fattoria Flüehütte e dell’Alp Schwändili.A questo punto si incontra la deviazione”Alp Glaubenbielen”,per cui si segue,a sinistra, il sentiero fra i prati e poi la strada sterrata,da cui,verso destra,ci si raccorda alla strada del passo Glaubenbielen(possibilità di parcheggio)con una vista meravigliosa sul lago di Brienz e sul grandioso Brienzer Rothorn:fin qui abbiamo camminato praticamente 2 h.Il passo Glaubenbielen(m 1611),che separa il cantone di Obvaldo dal cantone di Berna,può essere comodamente attraversato dalle auto,eccetto la parte terminale,in mezzo ai boschi dell’Emmental,con curve di pendenza fino al 14%,risparmiando la fatica;tuttavia,dal parcheggio,è consigliabile per una strada sterrata pedonale portarsi allo Jänzimatt,un laghetto idilliaco.La strada del passo Glaubenbielen,proviene da Giswil,nell’Obvaldo(vedi) e termina a Schüpfheim,nell’Entlebuch.


Do'stlaringiz bilan baham:
1   ...   16   17   18   19   20   21   22   23   24


Ma'lumotlar bazasi mualliflik huquqi bilan himoyalangan ©hozir.org 2019
ma'muriyatiga murojaat qiling

    Bosh sahifa